Castelfranco di Sotto – Trovato il cadavere di Khrystyna

Ponsacco – La memoria storica attraverso il teatro
21 May 2021
Pisa Sc – L’addio del ds Gemmi dopo tre anni
21 May 2021
Mostra tutti

Castelfranco di Sotto – Trovato il cadavere di Khrystyna

Svolta nell’omicidio di Khrystyna Novakla 29enne ucraina scomparsa il 2 novembre 2020 e uccisa, secondo la procura, dal tatuatore fiorentino Francesco Lupino in carcere dal 23 marzo con l’accusa di omicidio volontario. Lupino continua a proclamarsi innocente. Il corpo della ragazza, avvolto nel cellophane trasparente e chiuso con del nastro adesivo, è stato ritrovato ieri in un casolare abbandonato nella campagna circostante Corte Nardi, la località di Castelfranco di Sotto (Pisa), dove la 29enne viveva insieme al fidanzato. 

Il cadavere è stato scoperto dopo una battuta effettuata nelle scorse ore dagli agenti di polizia di Pisa nei pressi del punto in cui il cellulare della giovane ucraina aveva smesso di trasmettere segnali. Il corpo è stato riconosciuto dell’anello regalatole dal fidanzato. A 4 chilometri di distanza dal casolare dove è stato ritrovato il cadavere di Khrystyna è stata scoperta anche una pistola. Nel casolare sono stati trovati anche molti sacchi il cui contenuto sarà analizzato. Vicino al corpo della 29enne c’era anche lo zerbino di casa che era sparito. 

L’edificio dove è stato trovato il cadavere è invaso dalla vegetazione e fortemente degradato, si raggiunge da una strada poderale e si trova in una zona che gli inquirenti ritengono fosse conosciuta e frequentata proprio da Lupino e dall’ex fidanzato della vittima. Il cadavere è stato trasportato all’istituto di medicina legale e la procura ha già disposto l’autopsia e una serie di incarichi per risalire con certezza all’identità e alla causa della morte. Secondo gli inquirenti, Novak sarebbe stata ferita con due colpi di pistola la notte del 2 novembre: a sparare sarebbe stato proprio Lupino che si sarebbe immediatamente disfatto del corpo nascondendolo nel casolare. L’uomo ha sempre respinto le accuse.

La sparizione della ragazza avvenne all’indomani dell’arresto del compagno della Novak, Airam Gonzalez Negrim, un imprenditore di 41 anni di origini spagnole, fermato dal commissariato di Pontedera per i reati di porto abusivo d’arma e munizioni, ricettazione, detenzioni di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Armi e droga erano stati trovati nella sua villetta di Corte Nardi, a Orentano, dove abitava la stessa 29enne.

 
 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *