Pisa – Boccata d’aria fresca e vittoria importantissima per il Pisa

Pisa – Provincia dice no alla vendita di Ta Handling
16 April 2021
Pontedera – Pronto l’hub vaccinale
17 April 2021
Mostra tutti

Pisa – Boccata d’aria fresca e vittoria importantissima per il Pisa

Una gara da vincere, per scacciare lo spauracchio di una classifica divenuta un po’ più complessa in questi giorni, dopo 3 sconfitte consecutive. Senza D’Angelo in panchina e con Taddei a fare le sue veci, i nerazzurri devono rinunciare anche a De Vitis, squalificato, mentre Soddimo e Pisano si accomodano in tribuna. Mancano, ovviamente, anche i lungodegenti Masucci e Varnier. Anche il Cosenza deve rinunciare a diversi elementi, con Occhiuzzi che ha invocato il massimo impegno per questa partita. Come si supponeva in settimana, il Pisa è tornato al 4-3-1-2 con Gori tra i pali, Birindelli e Beghetto sulle fasce, mentre accanto a Caracciolo c’è Meroni, preferito a Benedetti. Chance da titolare per Quaini, davanti alla difesa, coadiuvato da Mazzitelli e Marin. Gucher opera dietro le due punte Vido e Palombi, mentre Marconi resta in panchina. Sullo sfondo resta l’interrogativo sullo stop del campionato. Domani infatti la Lega di Serie B dovrebbe decidere se far slittare il torneo, com’era emerso nel giorni scorsi. “Le modalità saranno decise domenica in Assemblea”, ha detto il presidente della Lega di Serie B Balata. La partita vede un Pisa battagliero fin da i primi minuti, ma il Cosenza fa le barricate e prova a uscire in contropiede. Gara frizzante e ricca di occasioni reciproche, ma all’intervallo lo 0-0 è il risultato effettivamente più giusto. Nella ripresa il Pisa gioca sul velluto, prima andando in vantaggio con una splendida rete di Gucher, che mette a sedere anche un difensore, poi è Mazzitelli che trova il gioiello su punizione e infine è Marin a mettere il sigillo. La risposta del gruppo è arrivata.

PRIMO TEMPO – Parte forte il Pisa, andando subito al tiro dopo 40 secondi con Mazzitelli, anche se il centrocampista nerazzurro non trova la porta. Al 7′ Palombi prova a crossare con una rovesciata, ma Falcone blocca sicuro. Grande rischio al 9′ per i nerazzurri, con Caracciolo che perde il pallone, ma l’azione viene risolta da Meroni che manda in rimessa laterale. Al 10′ parte Vido sulla sinistra, penetra in area e serve Palombi che non riesce a inquadrare la porta. Al 15′ Gori salva il Pisa con un colpo di reni su Gliozzi, mandando la palla sulla traversa, poi Vido spara alto. I nerazzurri allora insistono e creano ancora due occasioni da gol: La prima con Beghetto al 17′, mentre la seconda è ad opera di Vido che vede il pronto intervento di Falcone. Contropiede del Cosenza al 22′ su cui però Meroni riesce a mettere una pezza rifugiandosi in angolo. Al 29′ Vido lancia in mezzo Palombi che si prende tutto lo spazio, piazza il pallone a tu per tu con Falcone, ma sfiora il palo e termina fuori. Al 35′ altro contropiede del Cosenza e anche stavolta Meroni toglie le castagne dal fuoco. Al 41′ Tiritiello svetta di testa su un corner, Gori controlla, ma la palla finisce fuori. Termina così il primo tempo.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa D’Angelo inserisce Siega per Quaini in apertura di primo tempo e pochi minuti dopo è Robert Gucher a sbloccare il risultato grazie a un gran gol al 5′ di gioco. Dopo aver ricevuto il pallone il capitano mette a sedere un avversario con una finta e batte Falcone con una conclusione beffarda da consumato attaccante. Al 50′ arriva il turno di Marconi che rileva Palombi. Doppio cambio per i nerazzurri al 65′ con Sibilli che entra al posto di Vido. Al 67′ una punizione di Tremolada vede la pronta uscita di Gori. Al 70′ Gucherci prova, ma la palla si perde sul fondo. I nerazzurri aggrediscono gli ospiti cercando di segnare ancora e chiudere i conti. Al 73′ Mazzitelli trova la rete del 2-0 con un grandissimo gol su punizione che chiude definitivamente i conti. All’86’ arriva anche la rete di Marin che sigla il gol del 3-0. Il Pisa effettua l’ultimo cambio con Gucher che esce per far entrare Mastinu. Se ci fosse stato il pubblico sarebbero stati applausi a scena aperta per il capitano. Termina così la partita.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *