Pisa Calcio – Pisa – Cittadella: le probabili formazioni

Vecchiano – Il Comune invita a fare acquisti nei negozi di vicinato
26 November 2020
Coronavirus – Forse la Toscana in zona arancione dal 4 dicembre
27 November 2020
Mostra tutti

Pisa Calcio – Pisa – Cittadella: le probabili formazioni

Espugnare l’Arena Garibaldi. Può suonare strano, ma è l’obiettivo più prossimo di Luca D’Angelo e dei suoi uomini. Dopo aver rotto il ghiaccio con la vittoria nella partita palpitante di domenica scorsa a Reggio Calabria, il Pisa mette nel mirino il Cittadella per ottenere anche i primi tre punti casalinghi del campionato. Domani, sabato 28 novembre, alle 14 Gucher e compagni scenderanno in campo per sfidare la compagine granata, che in classifica li precede di quattro lunghezze: 11 punti contri i 7 del Pisa.

Assente Varnier

L’unica assenza di peso è Marco Varnier: il forte centrale difensivo ne avrà ancora per un paio di settimane almeno. Il problema al collaterale del ginocchio non è da sottovalutare e lo staff medico curerà il classe ’98 con tutte le attenzioni del caso. Mancherà anche Lorenzo Masetti, elemento della Primavera aggregato alla prima squadra, a causa della posivitià al Covid. D’Angelo però ritroverà Eros Pisano, reintegrato dopo il turno di squalifica scontato la scorsa domenica, e potrà contare sulla piena condizione di Leonardo Loria e soprattutto Marius Marin in mezzo al campo. “Siamo felicissimi di tornare all’Arena Garibaldi, anche se purtroppo siamo ancora lontani dalla nostra gente” commenta D’Angelo.

Il tecnico sottolinea “l’ottima forma fisica del gruppo. Siamo pronti per affrontare una formazione molto solida, che da anni si gioca i playoff per la Serie A. Servirà una prestazione molto intensa, con una concentrazione massimale perché altrimenti rischieremmo di essere messi sotto dagli avversari”. Domani i nerazzurri giocheranno la prima di una serie di partite ravvicinate, “ma come ho sempre detto non dobbiamo fare calcoli né tabelle di marcia. Sarebbe un errore enorme: affrontiamo un avversario dopo l’altro. Prima o poi dovremmo passare da tutti i banchi di prova”.

Il tecnico nerazzurro torna sulla vittoria in casa della Reggina decisa dalla zampata di Giuseppe Sibilli: “Un ottimo giocatore che si è inserito molto bene nel gruppo. I fatti stanno dimostrando che può essere utile sia dall’inizio che a gara in corso”. Proprio domani Luca D’Angelo taglierà il prestigioso traguardo delle 100 panchine nerazzurre: “Un percorso veramente bello ed emozionante. La giornata più memorabile ovviamente è la vittoria di Trieste, invece la gara che mi ha fatto più male è la sconfitta di Empoli di un mese fa”.

A caccia di conferme

Il Cittadella sta attraversando un momento poco felice. La formazione di Roberto Venturato, dopo aver piazzato un avvio sprint con 10 punti nelle prime 4 gare, si è un po’ fermata, raccogliendo soltanto un punto nelle successive tre gare giocate. Nel mezzo anche un serie di assenze da Coronavirus che hanno privato il tecnico granata di alternative preziose e stoppato il cammino della squadra per un turno (come il Pisa). Comunque alcuni segnali positivi in casa veneta ci sono: nello scorso week end al Tombolato il Cittadella ha bloccato sul 2-2 la capolista Empoli, sfiorando addirittura il successo a pochi secondi dal triplice fischio.

Per la gara di domani Venturato va verso la conferma del 4-3-1-2: per la maglia da trequartista rimane in dubbio D’Urso, uscito per un problema muscolare una settimana fa. Ma lo staff medico veneto farà di tutto per metterlo a disposizione del tecnico. Chi invece non sarà sicuramente della partita sono il mediano Branca e l’esterno Grillo, insieme a Cassandro e Bassano. “Affrontiamo una formazione quadrata e molto abile a giocare in verticale – spiega Venturato riferendosi al Pisa – inoltre i nerazzurri hanno qualche punto in meno rispetto a quanto avrebbero meritato”.

L’arbitro e le curiosità della partita

La sfida sarà diretta da Ivano Pezzuto: il fischietto leccese ha arbitrato l’ultima sconfitta interna del Pisa. Era il 22 febbraio e il Venezia sbancò l’Arena con un 2-1 in rimonta che spedì i nerazzurri in zona playout.

Il Pisa ha centrato la vittoria dopo sette turni di digiuno: l’ultima vittoria, prima del 2-1 di Reggio Calabria, era l’1-0 all’Ascoli del 27 luglio scorso. Questa è anche la data dell’ultimo successo interno di Gucher e compagni. Il Cittadella invece non sorride dal 20 ottobre, con il 2-0 al Pordenone. Il dato delle reti subite rimane però ancora a favore dei veneti: 8 contro le 16 incassate dal Pisa. Uguale invece il numero di gol realizzati: 12.

I precedenti disputati dalle due squadre in Serie B sono 8: in tre occasioni la sfida è stata giocata in B, quattro volte in C e in un caso in Coppa Italia. Il Pisa ha battuto il Cittadella soltanto 2 volte, subendo invece 4 sconfitte e pareggiando in 2 occasioni.

La probabile formazione

Pisa (4-3-1-2): Perilli; Lisi, Caracciolo, Benedetti S., Birindelli; Mazzitelli, Marin, Gucher; Vido; Marconi, Masucci. All. D’Angelo

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *