Coronavirus – Forse la Toscana in zona arancione dal 4 dicembre

Pisa Calcio – Pisa – Cittadella: le probabili formazioni
27 November 2020
Toscana – Prada si ingrandisce e necessita di personale
27 November 2020
Mostra tutti

Coronavirus – Forse la Toscana in zona arancione dal 4 dicembre

Il presidente del Consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani (S) e il deputato M5S Alfonso Bonafede (D) durante la commemorazione a 25 anni dall'attentanto di via dei Georgofili, Firenze, 27 maggio 2018. ANSA/CLAUDIO GIOVANNINI

 

Dal 4 dicembre la Toscana torna in zona arancione. E’ quanto annuncia il presidente della Regione Eugenio Giani dopo un colloquio con il ministro Speranza questa mattina. “Dobbiamo rispettare le procedure di legge per rientrare quanto meno nella zona arancione. Oggi la Toscana è zona rossa e lo deve essere per legge per 14 giorni. Proprio per come era stato concepito il Dpcm bisogna garantire continuità di condizioni migliori per due settimane. Finirà questo periodo il 29 novembre, domenica prossima – afferma il governatore – a quel punto Speranza mi ha detto che non possiamo anticipare, dobbiamo rispettare le norme. Quindi farà un provvedimento che porta fino alla prima riunione del comitato tecnico scientifico, fissata per il 3 dicembre”.  “Venerdi’ 4 dicembre – aggiunge – il ministro potrà firmare l’ordinanza che riporta la Toscana in zona arancione. Dobbiamo avere la pazienza di aspettare questi pochi giorni, dal 4 dicembre la Toscana potrà rientrare in una zona che permette di allentare la morsa e la chiusura degli spostamenti”.

“Sono convinto che, se i dati continueranno ad essere buoni, potremo passare in zona gialla in prossimità delle vacanze di Natale, forse già dalla settimana successiva al 4 dicembre – ha affermato ancora Giani – a partire da domani, visto che dovremo stare ancora per qualche giorno in zona rossa, cercherò di mettere a punto con ordinanze interventi di adattamento per alcune questioni come quella dei negozi di toelettatura per gli animali domestici, l’attività dei cercatori di tartufi e raccoglitori di olive, la caccia. Oggi abbiamo dei dati, 1117 contagiati rispetto a quando ne avevamo 2700, che ci consentono di programmare il ritorno in zona arancione, ma dobbiamo farlo con atti che ci permettano di favorire questo ingresso e con i corretti comportamenti individuali per limitare i contagi”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *