SAN MINIATO – Cerimonia per premiare i 38 studenti che si sono diplomati con 100 e 100 e lode

SAN MINIATO – Cerimonia dell’8 marzo: premio a cinque donne sanminiatesi. Per la prima volta uno “alla memoria”
25 September 2020
Vicopisano – Festa dell’olio novo all’antico Frantoio del Rio Grifone
2 October 2020
Mostra tutti

SAN MINIATO – Cerimonia per premiare i 38 studenti che si sono diplomati con 100 e 100 e lode

Una cerimonia all’aperto, nel rispetto delle norme anti Covid, quella che si svolgerà sabato mattina (26 settembre) sotto i Loggiati di San Domenico, per festeggiare i 38 studenti dei due istituti superiori cittadini che si sono diplomati con 100 e 100 e lode. Ad accogliere queste menti eccellenti provenienti dall’IT Cattaneo di San Miniato e dal Liceo Marconi di La Scala, saranno il sindaco Simone Giglioli insieme all’assessore alla scuola Giulia Profeti, ai due presidi Gennaro Della Marca e Alessandro Frosini, e agli amministratori dei Comuni di residenza dei ragazzi: Gabriele Toti (Castelfranco di Sotto), Giulia Deidda (Santa Croce sull’Arno), l’assessore Cristina Scali (Montopoli in Val d’Arno), Ilaria Parrella (Santa Maria a Monte), Alessio Spinelli (Fucecchio), Marco Gherardini (Palaia) e Simona Rossetti (Cerreto Guidi).
Sedici sono gli studenti del Liceo “Marconi”: Valeria Baragli (San Miniato), Andrea Cambi (100 e lode, San Miniato), Sara Del Guasta (San Miniato), Anna Ermelani (San Miniato), Ginevra Guidi (San Miniato), Alessia Nebbiai (100 e lode, San Miniato), Beatrice Olmi (100 e lode, San Miniato), Luca Pertici (San Miniato), Giada Santinami (San Miniato), Veronica Leone (Santa Croce sull’Arno), Matteo Mandorlini (Santa Croce sull’Arno), Gloria Mirdita (Santa Croce sull’Arno) ed Emanuele Respino (100 e lode, Santa Croce sull’Arno), Francesca Mangano (Castelfranco di Sotto), Massimo Zhang (100 e lode, Fucecchio), Marco Vallini (Palaia).
Ventidue sono gli studenti dell’IT “Cattaneo”: Elisa Degli’Innocenti (San Miniato), Ivana Leone (San Miniato), Pietro Matteoli (100 e lode, San Miniato), Gianmarco Melucci (San Miniato), Lucrezia Priori (100 e lode, San Miniato), Marta Scherillo (San Miniato), Luisa Sedoni (San Miniato), Giorgia Valenza (San Miniato), Samuele Di Giovanni (100 e lode, Santa Croce sull’Arno), Lorenzo Giusti (Santa Croce sull’Arno), Elena Pancanti (Santa Croce sull’Arno), Xhesika Bulluti (Castelfranco di Sotto), Mona Omari (Castelfranco di Sotto), Davide Samuele Troisi (Castelfranco di Sotto), Asia Bonacci (Fucecchio), Simone Vassallo (Fucecchio), Eugenia Caglieri (Santa Maria a Monte), Carolina Falagiani (Montaione), Matteo Fornai (Montaione), Giorgia Martinucci (Montaione), Alessia Scarselli (Cerreto Guidi) e Marta Rosselli (Montopoli in Val d’Arno).
“L’anno scolastico che abbiamo concluso pochi mesi fa è stato molto particolare; a causa dell’emergenza sanitaria e la conseguente chiusura delle scuole, i ragazzi dell’ultimo anno sono stati tra i più penalizzati dell’intero ciclo scolastico. La maturità è un momento importante della crescita di tutte le giovani generazioni, e viverlo con ulteriori difficoltà, nella distanza con i compagni e nella lontananza con i docenti, immaginiamo che non sia stato semplice. Per questo volevamo dedicare un momento a coloro che, nonostante le difficoltà, sono riusciti a diplomarsi con il massimo dei voti, per congratularci con loro per essere riusciti a non farsi distrarre o scoraggiare da ciò che stava accadendo – dichiarano il sindaco Giglioli e l’assessore Profeti -. A loro vanno i complimenti della nostra amministrazione che ha voluto premiarli perché traguardi simili sono una grande soddisfazione per l’intera comunità di San Miniato e per il nostro settore scolastico che, una volta di più, dimostra di avere un’istruzione superiore all’altezza degli istituti più rinomati del Paese – e concludono -. Ci vogliamo congratulare con queste giovani menti e augurargli un futuro radioso e pieno di soddisfazioni e poi vogliamo ringraziare i presidi e gli insegnanti delle nostre scuole per la dedizione e l’impegno maturato in questo anno così difficile, spendendosi per far crescere il bene più prezioso di cui disponiamo: le giovani generazioni”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *