Cascina- Ci sarà anche Mattia Santori – sardine – in piazza.

Pisa – Elezioni regionali e referendum: i seggi elettorali
10 September 2020
San Miniato – Nozze d’oro e di diamante, il Covid non ferma la festa del Comune
12 September 2020
Mostra tutti

Cascina- Ci sarà anche Mattia Santori – sardine – in piazza.

Loro i sondaggi, noi le piazze”. Con questa premessa il movimento delle Sardine di Pisa ha lanciato una nuova mobilitazione per sabato 12 settembre a Cascina, in Piazza Nenni alle ore 18. La manifestazione, ‘AperiCeccardi: le bufale di Susanna’, è in aperto contrasto con la candidata del centrodestra alle prossime elezioni regionali, con una valenza anche per quanto riguarda le comunali, che si terranno sempre il 20 e 21 settembre proprio là dove Susanna Ceccardi ha cominciato la sua ascesa politica. Gli slogan della prossima manifestazione sono infatti ‘La Toscana non si Lega’ e ‘Cascina si Slega’.

L’evento vuole “affermare un altro modello di società” scrivono le Sardine nella descrizione dell’iniziativa, definendo la Ceccardi come la “candidata della destra peggiore che si possa immaginare, la destra xenofoba e incompetente“. E’ annunciata la presenza del volto più noto delle Sardine, il portavoce nazionale Mattia Santori. Gli altri ospiti previsti al presidio sono: Elly Schlein, Adelmo Cervi, Stefania Bozz per l’Arci, Bruno Possenti per l’Anpi, Don Armando Zappolini ed il cantautore Francesco Bottai.

“Noi – proseguono le Sardine – immaginiamo una Toscana che sia davvero di tutti e per tutti, una Toscana equa, una Toscana aperta ai bisogni di tutti i cittadini, senza alcuna discriminazione. Immaginiamo una Toscana migliore, sostenibile, democratica, una Toscana attenta all’ambiente, all’Istruzione, all’Università e alla Ricerca. Immaginiamo una Toscana che guardi al futuro, con innovazione e creatività”. Poi di nuovo il richiamo alla Ceccardi, insistendo su ‘immagina’, a richiamare il caso della canzone di John Lennon: “Immagina Susanna, immagina tutta la gente vivere la vita in pace, senza odio, senza discriminazioni, immagina solo il mondo che vive come una cosa sola. Immagina Susanna, è facile se ci provi”.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *