Pisa – Un commento sullo stallo disabili occupato

Livorno – A giorni il nome del nuovo tecnico amaranto.
19 August 2020
Pisa – Il Sindacato di base critico su ultima ordinanza del sindaco
19 August 2020
Mostra tutti

Pisa – Un commento sullo stallo disabili occupato

Sulla pedana che occupava parte di uno stallo per disabili in via Santa Maria dobbiamo fare un analisi: gli uffici autorizzano un manufatto, il gestore del bar lo realizza senza attenersi ai disegni presentati e la colpa sarebbe del mancato controllo della maggioranza che, con l’Assessore Latrofa, in meno di mezza giornata, risolve il problema nonostante il periodo di ferie.

Questo è servito solo per ricoprire di offese gratuite gli assessori e la maggioranza… e per fare della becera propaganda elettorale.

Che la denuncia dell’occupazione dello spazio disabili avvenga sui social fa notare quanto sia scesa in basso la politica, se poi arriva dalla presidente dell’Ordine degli Architetti di Pisa, Patrizia Bongiovanni, già vicecapogruppo PD questo è davvero una certezza.

La presidente Bongiovanni aveva tutte le possibilità di denunciare la cosa per i canali che conosce benissimo avendoli percorsi in largo e in lungo proprio col suo doppio ruolo, ma invece a preferito sbattere la cosa in faccia a tutti, mettere alla “berlina” con un post su Facebook.

Forse memore di come si agiva, della lentezza elefantiaca che albergava nell’Amministrazione quando governava il suo partito, nel farlo scomoda e tira per la giacca anche il Garante dei Disabili, che ultimamente non brilla per interventi asettici, la Polizia Municipale, che secondo alcuni esponenti del PD interviene solo a “comando”, addirittura il Prefetto e anche il sottoscritto Presidente della Prima Commissione invitato a esprimersi sulla vicenda.

Ecco perché mi sono deciso di scrivere queste poche righe: affronto le questioni da sempre con serietà e impegno nelle sedi e nei tempi dovuti, non in un luogo di discussione molto simile ad un circolino di estremisti virtuali, leoni da tastiera e pseudo-politici astiosi e inconcludenti.

Forse un minimo di umiltà e di rispetto delle istituzioni in questo caso era dovuto, ma non si può pretendere tanto da chi si è nutrito alla mangiatoia per anni.

Maurizio Nerini

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *