Cascina – CascinaOltre, “Rollo si fa bello mettendo in cassa integrazione più di 70 dipendenti della S.E.PI.”

Pisa – Alitalia si sposta da Pisa a Firenze.
12 June 2020
Livorno Calcio – Spinelli sul possibile ingresso di Allegri nel Livorno
12 June 2020
Mostra tutti

Cascina – CascinaOltre, “Rollo si fa bello mettendo in cassa integrazione più di 70 dipendenti della S.E.PI.”

L’emergenza Coronavirus ha travolto tutti i settori produttivi, e in tutta Italia, le amministrazioni pubbliche, a partire dal Governo, hanno ridotto, spostato o dilazionato le scadenze fiscali per andare incontro ai cittadini. Il Comune di Cascina a guida leghista, ha timidamente seguito il solco di altri enti, con qualche piccolo sconto, per il quale però non sono state usate le casse comunali. Il reggente vicesindaco Rollo e la sua giunta, di cui fa parte anche il candidato a sindaco per la Lega Cosentini, hanno visto bene di “farsi belli” sulla pelle dei dipendenti della S.E.PI. Spa, partecipata comunale che gestisce i tributi locali. Più di 70 dipendenti, di cui 11 in servizio presso il comune di Cascina, sono stati messi in cassa integrazione (più precisamente FIS), con gravi ricadute sul bilancio delle rispettive famiglie. Stessa cosa deve essere imputata al sindaco di Pisa Conti. La gestione dei tributi è un lavoro fondamentale per un Comune, che altrimenti non potrebbe funzionare, spendere in servizi o lavori pubblici e infine pagare anche gli stipendi di Sindaco ed Assessori. Perché la Lega ha deciso di penalizzare questi lavoratori? Le altre forze di centrodestra sanno questa cosa e sono conniventi di una scelta così grave verso i dipendenti S.E.PI. nonché cittadini cascinesi? Perché Rollo, Cosentini e compagnia bella, hanno deliberatamente messo in difficoltà 13 famiglie? Possibile che tale vicenda sia accaduta a “loro insaputa” come va tanto di moda giustificarsi oggi nel mondo leghista?

Come CascinaOltre – conclude il coordinatore Giovanni Greco – troviamo vergognoso, farsi promozione per irrisori interventi di riduzione delle tasse, che non siano frutto di una economia derivante da buona amministrazione, ma ricadente solo sul taglio degli stipendi dei dipendenti della società partecipata. Viste le centinaia di migliaia di euro sprecati, da ultimo la distruzione dell’Orto Botanico, possiamo dire che l’incapacità di governare dimostrata ha creato danni a tutto il tessuto sociale cascinese. Questo comportamento spregevole va ad aggiungersi alla lunga lista per cui la Lega dovrà rispondere.

Giovanni Greco coordinatore CascinaOltre

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *