Pisa – Discesa Covid lenta, due nuovi casi e zero decessi

Peccioli – Velocizzare gli appalti pubblici
8 May 2020
Pisa – Il Comune assume.Il bando sulla gazzetta ufficiale
8 May 2020
Mostra tutti

Pisa – Discesa Covid lenta, due nuovi casi e zero decessi

TOPSHOT - Firefighters wearing protection suites participate in an instruction as a form of contingency and security against the spread of the new coronavirus COVID-19, in Belo Horizonte, state of Minas Gerais, Brazil, on March 20, 2020. (Photo by Douglas MAGNO / AFP)

Nelle ultime 24 ore nella provincia di Pisa si sono registrati due nuovi casi positivi (uno a Pisa e uno a Casciana Terme Lari) e zero decessi.

In totale dunque le persone positive nel pisano sono diventate 865, mentre quelle Covid-positive decedute restano 77.

In Toscana sono invece 9721 i casi di positività al Coronavirus, 38 in più rispetto a ieri.

A livello regionale si sono registrati da ieri 15 decessi: 10 uomini e 5 donne con un’età media di 84,1 anni. Sono 930 i deceduti dall’inizio dell’epidemia. Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti / popolazione residente) per Covid-19 è di 24,9X 100.000 residenti contro il 50,6 X100.000 della media italiana (12esima regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (68,8x 100.000), Firenze (32,6 x 100.000), Lucca (32,5 x 100.000) e, il più basso a Grosseto (7,2x 100.000).

La regione si conferma al 10° posto in Italia come numerosità di casi con circa 261 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 359 X100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Massa Carrara con 524 casi X100.000 abitanti, Lucca con 340, Firenze con 326, la più bassa Livorno con 159.

Si riducono ancora le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid, che oggi sono complessivamente 483, 45 in meno di ieri (-8,5 per cento), di cui 84 in terapia intensiva (meno 7 rispetto a ieri). E’ il punto più basso raggiunto dal 17 di marzo per i ricoveri totali, al 13 marzo per le terapie intensive.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *