Pontedera – Al Lotti 19 ricoverati in terapia intensiva

Toscana – Via libera allo slittamento delle regionali e delle amministrative
20 April 2020
Livorno – Maxi sequestro di mascherine in una farmacia
21 April 2020
Mostra tutti

Pontedera – Al Lotti 19 ricoverati in terapia intensiva

Sono 19 le persone risultate positive al coronavirus e attualmente ricoverate nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Lotti di Pontedera, che conta fino ad un massimo di 35 posti letto. Lo ha reso noto la Ausl Toscana nord ovest, nel tracciare un bilancio complessivo dei ricoveri Covid negli ospedali di sua competenza (Oltre al Lotti di Pontedera, gli ospedali di Lucca, Livorno, Versilia e Apuane).

In questi 5 ospedali risulta occupato il 51 per cento dei 451 posti letto Covid attivati, senza contare i molti altri pronti e quindi attivabili in caso di necessità: sono 51 i pazienti che necessitano terapia intensiva (50 per cento) e 52 i posti liberi, mentre nelle altre aree Covid si registrano 181 letti occupati (52 per cento) e 167 liberi. I pazienti Covid negli ospedali Asl sono quindi al momento complessivamente 232 e restano 219 letti a disposizione.

“Questo è un segnale incoraggiante – hanno commentato dalla Ausl -, che conferma la tendenza delle ultime settimane ad un netto calo dei ricoveri legati al Coronavirus. Lo scorso 11 aprile, infatti, i letti occupati in Asl erano 294 (il 64 per cento) e quelli liberi 167, mentre ad esempio il 4 aprile i pazienti Covid erano 330 con un’occupazione dei letti del 74 per cento (115 i letti liberi)”.

Continuano quindi a ridursi in maniera consistente i ricoveri di persone con il coronavirus ed in particolare quelli di pazienti con forme gravi, con la conseguente diminuzione del carico dei malati in terapia intensiva.

“La minor pressione sugli ospedali è sicuramente legata alle misure di contenimento attuate su tutto il territorio nazionale – hanno aggiunto dalla Ausl – e quindi al distanziamento sociale ed al rispetto delle regole da parte dei cittadini. Alla riduzione dei pazienti in ospedale ha contribuito anche il notevole miglioramento della gestione terapeutica dei malati di Covid, che ha portato ad un costante aumento delle guarigioni; sul territorio dell’Asl Toscana nord ovest si sono registrate già 218 guarigioni virali (i cosiddetti “negativizzati”) e 419 guarigioni cliniche e si è quindi arrivati oggi ad un totale di 637 guariti”.

Il responsabile delle malattie infettive per l’Ausl Toscana nord ovest, Spartaco Sani, ribadisce quindi l’importanza della l’interdisciplinarietà: “Le nostre cure hanno funzionato, anche grazie alla collaborazione ed alla condivisione tra le diverse figure professionali e tra i diversi settori, tra cui anche la farmacia ospedaliera”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *