San Miniato – Mascherine, nuova gara di solidarietà delle aziende

Calcinaia – DA LUNEDI’ 20 APRILE SI CONTINUA A GIOCARE E CREARE ONLINE
17 April 2020
PISA – 97 MILIONI DI EURO PER IL TRASPORTO DI EMERGENZA URGENZA
17 April 2020
Mostra tutti

San Miniato – Mascherine, nuova gara di solidarietà delle aziende

La generosità delle aziende del territorio non si ferma. Continuano le donazioni al Comune e alla Protezione Civile di materiali utili nell’emergenza, che poi vengono ridistribuiti ai cittadini e alle realtà che ne hanno più bisogno. “Una eccezionale risposta del nostro territorio che ci offre la possibilità di aiutare molte persone – dichiara soddisfatto il sindaco di San Miniato Simone Giglioli -. Mascherine, guanti, gel igienizzante ma anche visiere e altri tipi di supporti sono indispensabili, soprattutto in questo momento, e voglio ringraziare a nome di tutta la nostra comunità, le aziende del territorio che si stanno impegnando per darci una mano”. A rifornire il Comune di mascherine sono state la RB Clothing di Ponte a Egola, BNI Arno San Miniato, la Tre Zeta di San Donato e la M3/Magniflex di Ponte a Egola, mentre la Saico di San Miniato Basso ha donato visiere in plexiglas utili soprattutto per gli operatori della casa di riposo e per i volontari.
“Le mascherine sono indispensabili per questi momenti, ma lo saranno anche quando entreremo nella ‘fase due’, perché garantiranno ai volontari, alle strutture del territorio e anche ai dipendenti comunali di poter operare in sicurezza – spiega il sindaco -. Dal 13 aprile è entrata in vigore l’ordinanza della Regione Toscana che obbliga all’utilizzo della mascherina in tutti i luoghi all’aperto o al chiuso, dove si è in presenza di altre persone. Rispettare le regole è importante, soprattutto in questa fase, per evitare di vanificare gli sforzi fatti fino ad oggi: uscite solo per necessità e indossate sempre la mascherina quando siete in prossimità di altre persone, mantenendo la distanza di sicurezza. Nonostante il 25 aprile e il 1 maggio siano alle porte, restate a casa, è questo il più grande aiuto che ci potete dare”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *