PISA – Ripartito il cantiere del Trammino fra Pisa e il litorale

Coronavirus- Conferenza stampa 13 aprile 2020 ore 18.00 ( Video)
14 April 2020
PISA – Migliaia di Test Sierologici effettuati su personale Asl
14 April 2020
Mostra tutti

PISA – Ripartito il cantiere del Trammino fra Pisa e il litorale

In funzione da oggi il nuovo tratto della tramvia T1 dalla fermata Villa Costanza alla fermata Careggi-Ospedale, Firenze, 16 luglio 2018. ANSA/CLAUDIO GIOVANNINI

Dopo la comunicazione avviata alla Prefettura la scorsa settimana, sono ripresi i lavori per la realizzazione della Cicolpista del Trammino, che permetterà di collegare la città di Pisa al suo litorale con una pista ciclabile in mezzo alla natura, lungo il tracciato dell’antico tram su rotaie che era attivo fino agli anni ’60. I lavori erano iniziati a novembre del 2019, prima con la ripulitura del tracciato dalla vegetazione, poi con la rimozione di binari e traversine ferroviarie e con le indagini per la bonifica bellica. Gli operai delle tre ditte incaricate hanno lavorato a piano ritmo fino al 15 marzo ed hanno ripreso l’attività già dalla settimana dal 6 al 10 aprile.

Dopo poco meno di un mese di pausa, il cantiere ha dunque ripreso le attività in tutti e tre i lotti del percorso, che adesso è già tracciato e impostato in tutta la sua lunghezza da Pisa a Marina. Nello specifico nel primo lotto, da La Vettola a San Piero a Grado, lungo l’intero tracciato, è stata completata la sottostruttura di fondazione su cui poi verrà steso lo strato di asfalto bituminoso; nel secondo lotto, da San Piero a Grado a via Barbolani a Marina di Pisa, è stato già realizzato un tratto con la stesura finale della pavimentazione in asfalto. Anche per l’ultimo lotto, quello da via Barbolani alla Stazione di Marina di Pisa, il percorso che corre all’interno della pineta è stato interamente tracciato. I lavori proseguiranno regolarmente grazie alla disposizione da parte delle ditte incaricate del rispetto di dispositivi e misure di sicurezza nei confronti dei lavoratori.

“Appena effettuata la comunicazione alla Prefettura abbiamo rimesso in moto il cantiere, contemporaneamente lungo tutti e tre i lotti – commenta l’assessore all’urbanistica e alla mobilità urbana Massimo Dringoli – per proseguire i lavori di un’opera che per la nostra amministrazione è di fondamentale importanza nello sviluppo di un sistema di mobilità sostenibile. Un intervento strategico che rientra all’interno del più ampio sviluppo della mobilità ciclabile, prevista all’interno del Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile della città di cui abbiamo già approvato le linee guida. Considerando i ritardi dovuti allo stop del cantiere ed eventuali problematiche che si potrebbero verificare nella fornitura dei materiali, speriamo di poter arrivare alla fine dei lavori per la fine dell’estate“.

I lavori, affidati da Pisamo a tre diverse ditte per un importo complessivo di 2,8 milioni di euro, sono finanziati per il 60% con risorse comunali e per il 40% con contributo regionale POR FESR 2014-2020. L’intervento rientra nel progetto più ampio di ‘Ciclopista dell’Arno’, inserita nel Programma triennale dei lavori pubblici 2019-2021, per un costo complessivo di 6,7 milioni di euro. La ‘Ciclopista’ comprende il tratto da La Vettola (via Vecchia Livornese) alla vecchia stazioncina di Marina, lungo un tracciato largo 3,5 metri. Sono previste aree di sosta in corrispondenza delle vecchie stazioni ferroviarie di San Piero a Grado, Marina Bocca d’Arno e Marina di Pisa, attrezzate con panche, tavoli da picnic, fontanelle, rastrelliere per biciclette e contenitori per rifiuti.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *