PISA CALCIO – I nerazzurri infiammano il calciomercato

SAN GIULIANO T. – Esclusa perchè non vaccinata
9 Gennaio 2020
PISA – Elettorale, aggiornato albo scrutatori
9 Gennaio 2020
Mostra tutti

PISA CALCIO – I nerazzurri infiammano il calciomercato

Pisa sta per scartare tre regali importanti. Vido e Soddimo daranno una mano per conquistare la salvezza, Dekic può essere il futuro soprattutto se Gori a giugno se ne andrà in serie A. Gli accordi sono stati presi, manca solo la formalizzazione: a quanto pare il Pisa ha bruciato una folta concorrenza evitando di aspettare i saldi, e tutti e tre starebbero per raggiungere i loro nuovi compagni. In uscita Liotti, probabilmente Izzillo e uno o due fra D’Egidio e Perilli (in prestito), diverse richieste anche per Di Quinzio. Asencio è ormai un ex, ma Vernier… fra poco ve lo diremo.

Il trequestista. Danilo Soddimo è un trequartista classe 1987 con 14 campionati alle spalle fra C (pochissima), B e A (conquistata tre volte in campo con Pescara e Frosinone dove ha anche concesso il bis). Si porta dietro un’esperienza di 309 presenze, 27 gol fatti e molti altri fatti segnare ai compagni. Per essere un giocatore di classe come impone il ruolo, è anche cattivo: al Frosinone viaggiava a 10-12 “gialli” a stagione. La Cremonese lo ha prelevato dai ciociari 12 mesi fa: buona la prima mezza stagione, meno brillante quella attuale nella quale ha comunque segnato due gol (meglio così per il Pisa).

L’attaccante. Luca Vido, classe 1997, è un attaccante dell’Atalanta (metri 1.82, kg 75) e fino alla stagione scorsa dell’Italia Under 21, dove vanta 9 presenze e 3 gol, una delle quali è valsa la vittoria a Novi Sad contro la Serbia (quindi non sembra uno timido). Per lui tre stagioni e mezza nella Primavera del Milan (da quando aveva 16 anni) con tanti gol, andò all’Atalanta nell’affare Kessie e fu prestato per due mezze stagioni ai Cittadella in B. Noi lo conoscemmo purtroppo quando segnò all’Arena i due gol che sancirono la retrocessione aritmetica del Pisa di Gattuso. L’anno scorso è andato in prestito al Perugia (33 presenze, 10 gol), quest’anno al Crotone dove però resta chiuso da Simy e Messias. Undici presenze, nessuna per intero. A Pisa può rilanciarsi: l’Atalanta ha visto scendere in sei mesi il valore del cartellino da 2,5 milioni a 2 milioni e lo considera un potenziale tesoro tecnico e… finanziario per i prossimi anni. In Pisa-Crotone di due mesi e mezzo fa entrò a mezz’ora dalla fine partecipando all’assalto che portò i rossoblù al pareggio.

Il portiere. Vladan Dekic, 191 cm, belgradese classe 1999 ex Stella Rossa e nazionale Under 19 della Serbia, difendendo la porta della Primavera dell’Inter ha vinto molto (due scudetti e una Supercoppa). L’anno scorso ha totalizzato 28 presenze, lavorando al fianco di Handanovic avrà anche imparato molto. Già in estate era in predicato di andare a fare il portiere titolare in una squadra di B , poi non se ne fece nulla. La cosa curiosa è che il Pisa potrebbero non prenderlo in prestito ma a titolo definitivo, come ha fatto un anno e mezzo fa con Stefano Gori.

Perché loro. I tre giocatori sono ben conosciuti dal Pisa, che li ha seguiti direttamente. Aggiudicarseli non era semplice per nessuno perché ci volevano soldi (molti) e capacità di attrazione da parte dell’ambiente. Nel caso di Vido, c’erano anche una serie di combinazioni difficili: il rapporto con l’Atalanta può aver fatto la differenza, tanto che i bergamaschi potrebbero lasciare al Pisa anche Varnier (che è un Under quindi non influisce sulle liste) e a marzo potrebbe tornare in campo. Dekic sarà il benvenuto sperando… che non ci sia fretta di farlo giocare (fino a giugno comunque non ce ne sarà: Gori non è in vendita), l’attaccante e il trequartista potrebbero tornare utili già a Benevento: non essendo svincolati, sono già pronti. Secondo tuttomercatoweb, il Pisa avrebbe anche rilanciato per l’attaccante del Torino Millico: registriamo la voce ma non abbiamo conferme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *