PISA – La Giunta ha approvato due delibere per la “variante stadio”

PISA – Asfaltature estive, interventi in tutti i quartieri
8 Luglio 2019
PISA – Stasera Vinicio Capossela, domani Buffa racconta Odissea nello Spazio e mercoledì concerto di Bennato
8 Luglio 2019
Mostra tutti

PISA – La Giunta ha approvato due delibere per la “variante stadio”

Nell’ultima settimana la Giunta comunale ha approvato due delibere che ampliano i confini e i contenuti della cosiddetta “Variante Stadio”, inglobando la previsione di nuove aree a parcheggio e di aree a verde che si inseriscono all’interno del tessuto urbanizzato a servizio dei cittadini residenti”; in particolare con la delibera 106 del 27 giugno 2019 è stato precisato quali siano le aree interessate, è stato approvato lo studio della mobilità e un elaborato grafico descrittivo.Nel documento approvato, la Giunta sottolinea che con la redazione degli approfondimenti tecnici legati alla “Variante Stadio”, in particolare con gli studi sulla mobilità finalizzati a individuare i percorsi e le aree a parcheggio disponibili e necessarie per garantire la sostenibilità dell’intervento di riqualificazione dello stadio (che avrà capienza pari a 16500 posti) e il rispetto delle norme di sicurezza vigenti (come per esempio la separazione delle tifoserie), è stata rilevata l’opportunità di prevedere diverse aree destinate a parcheggio entro un raggio di circa 1.000 – 1.500 metri dallo stadio nel quartiere di Porta a Lucca (Utoe n. 9) e in aree immediatamente limitrofe (Palazzetto dello Sport, via del Brennero, via Paparelli, ecc.). Questa nuova necessità ha portato al ritiro tecnico del procedimento di Variante Urbanistica avviato con la delibera 195/2018, poiché quell’area individuata per la realizzazione di aree a verde e parcheggio pubblico da sottoporre a vincolo espropriativo è inglobata nella Variante Stadio.«Con la precisazione dei contenuti della Variante dell’area “Porta a Lucca – Arena Garibaldi” – dichiara l’assessore all’urbanistica Massimo Dringoli – il procedimento che abbiamo ritirato era diventato ridondante, perché inglobato dalla variante urbanistica avviata per la quale sono già stati fatti studi sulla mobilità, assemblee pubbliche come prevede la norma sull’informazione e la partecipazione e gli uffici stanno lavorando per arrivare all’adozione nei tempi previsti, entro la fine di luglio»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *