VICOPISANO – “Sulla mia pelle”, di Alessio Cremonini

UNIONE VALDERA – I SINDACI DELL’UNIONE RICEVUTI A MONTECITORIO
8 novembre 2018
PISA SC – Fuori casa il Pisa non sa più pareggiare
8 novembre 2018
Mostra tutti

VICOPISANO – “Sulla mia pelle”, di Alessio Cremonini

L’associazione The Thing, il Teatro di Via Verdi di Vicopisano, in collaborazione con il Consiglio per le pari opportunità di Vicopisano, Accesamente.it e dirittiavico.it, ha organizzato per domenica 11 novembre alle ore 17.00, con il patrocinio del Comune di Vicopisano, un dibattito pubblico a Teatro, a partire dalla proiezione gratuita del film “Sulla mia pelle” di Alessio Cremonini, un racconto degli ultimi sette giorni di vita di Stefano Cucchi. La partecipazione è libera è gratuita. Al dibattito, moderato dalla bioeticista Daniela Casula di Accesamente.it, parteciperanno l’avvocato Alessandro Callaioli, Alessandro Mattiello di Amnesty International Pisa e Simone Santoro dell’associazione Pantagruel Onlus.
“L’impulso che ci ha portato ad organizzare questo momento pubblico _ sottolineano le associazioni promotrici e coinvolte _ è nato da una semplice domanda: e se fosse stato un mio caro nei panni di Stefano? Come ci saremmo comportati in una dinamica di questo genere? Quale sarebbe stata la nostra reazione di fronte agli abusi delle strutture nelle quali Stefano si trovava? Il racconto degli ultimi giorni di vita di Stefano, e della tragica vicenda che lo ha portato alla morte, diventano allora l’occasione per riflettere sull’inalienabilità dei diritti costituzionalmente garantiti anche in contesti di restrizione della libertà personale. Spesso l’opinione pubblica, complice una visione esclusivamente punitiva dell’istituzione carceraria, non ne mette in discussione l’assenza o la privazione, arrivando a legittimare, o quantomeno a giustificare, abusi e violenze ai danni dei carcerati. Crediamo dunque sia fondamentale essere consapevoli: quali sono i diritti di una persona in stato di fermo? Quali i diritti di una che sconta una pena detentiva? E, più in generale _ concludono gli organizzatori _ quali sono i diritti e le prerogative di un cittadino anche solo momentaneamente sotto la responsabilità dello Stato, sia esso scuola, ospedale, carcere o pubblica via?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *