PISA – Politico a processo per porto abusivo d’armi e ricettazione

PISA – Primarie del Pd, allargate alla coalizione
15 aprile 2018
LUCCA – Ostello San Frediano: Bindocci ne denuncia il fiasco
15 aprile 2018
Mostra tutti

PISA – Politico a processo per porto abusivo d’armi e ricettazione

Da cittadino esemplare a ritrovarsi sotto processo. Questo è il manuale delle beffe, il politico che da volontario-spazzino si è ritrovato a giudizio per ricettazione e porto abusivo di arma. Raccontiamo la storia . Era il 15 giugno 2016 quando l’imputato, con altri amici e volontari, promosse la ripulitura del monumento mediceo, detto delle Bocchette, porta della città a Putignano. Dopo il restyling, in occasione di San Ranieri, il monumento recuperato era stato addobbato con i lumini. E proprio il 56enne aveva lanciato l’idea su Facebook, felicemente accolta da diversi volontari. Entusiasta si presenta alle Bocchette. Per togliere le erbacce servono strumenti idonei. Lui ha un machete. L’imputato viene fermato dai carabinieri per un controllo nella zona di Volterra, dove si era recato per alcune commissioni e i militari  gli trovano in auto un machete e due pietre. Spiega perché ha quegli oggetti in macchina ma non basta.per prendersi una denuncia e arrivare in Procura con una citazione diretta a giudizio. . E ora il politico-volontario si ritrova sotto processo per una leggerezza dopo aver contribuito a tirare a lucido un monumento dimenticato. Senso civico “annullato” da una dimenticanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *